Categoria: Solar Roof

Tegola Solare Tesla: Installato il primo Tetto Solar Roof

Elon Musk è ufficialmente entrato nella storia: il primo tetto solare di casa Tesla è stato finalmente installato. Da ora si può affermare che la nota azienda statunitense punterà tutto sulla creazione di un ecosistema completo. Si potrà così pensare non solo alla produzione ma anche allo storage di energia che sia pulita ed autonoma.

La rivoluzione Tesla di Solar Roof è scesa in campo

Da quando è stato ufficializzato l’acquisto di SolarCity, il CEO di Tesla aveva confermato di voler finalmente puntare tutto sul settore energia. Ed è ciò che ora si sta realizzando con Solar Roof. Si presenta in tutto e per tutto come un tetto fotovoltaico. E’ una copertura per gli edifici che è stata progettata nel modo più completo per riuscire a integrarsi correttamente con la struttura della tua casa. Lo fa attraverso un design discreto e praticamente invisibile. La conferma è arrivata subito dopo l’applicazione dei primi pannelli.

Solar Roof, Finalmente in vendita le tegole solari Tesla

Non vi è settore nel quale non appaia il nome di Tesla: la celebre casa produttrice, a partire dal 10 maggio, ha potuto finalmente lanciare sul mercato una delle sue più interessanti novità. Le tegole solari possono essere finalmente commercializzate e usate per produrre l’energia elettrica direttamente dai tetti delle nostre abitazioni. Il CEO Elon Musk ha quindi messo un nuovo importante tassello che servirà per poter cambiare completamente il periodo storico in cui viviamo.

Prime informazioni sui prezzi del Solar Roof

Possiamo finalmente dare uno sguardo ai prezzi del Solar Roof, basandoci sui dati diffusi in terra americana. La spesa iniziale prevede 21,85 dollari per ogni piede quadro, ovvero circa 0,092 metri quadri, qualora la superficie arrivi complessivamente a coprire almeno 3 mila piedi quadri, pari a 278,71 metri quadri. Il prezzo comprende sia la componente passiva e quella attiva della cella che serve per produrre energia.

solar roof

solar roof

In base alle spiegazioni dettagliate fornite da Musk sarà possibile acquistare anche solo la componente passiva, con una spesa singola di 11 dollari per tegola. La versione dotata di layer che serve per l’assorbimento della luce, ha un costo di 42 dollari. Il Solar Roof sarà proposto alla clientela in 4 diverse varianti: liscia, smerigliata, toscana e ardesia. Le ultime due però saranno disponibili solo a partire dall’anno prossimo.

Il CEO Tesla ha sottolineato che il prezzo sarà inferiore anche in termini di manutenzione, così da diventare il primo vero punto di riferimento per quelle persone che vogliono reinventare la propria abitazione.

Dopo sette mesi dall’annuncio delle sue tegole solari, il progetto Tesla conquista il mercato americano, com’è stato confermato via Twitter dall’imprenditore. Ma che ne sarà dell’Italia? In base alle prime indiscrezioni, pare che le tegole possano arrivare nel Vecchio Continente non prima dell’inizio del 2018.

Qual è il funzionamento delle tegole Tesla?

Questa grande novità del settore delle energie rinnovabili prevede l’integrazione di un pannello fotovoltaico. Vengono realizzate con l’aspetto di normalissime tegole classiche, ma sono progettato con un materiale vetroso che serve per proteggere il pannello dalle intemperie. Inoltre lo rende anche più potente e quasi indistruttibile. Ogni tegola è prodotta con un processo di stampa idrografica e ogni pezzo sarà differente.

I pannelli solari andranno a catturare i raggi solari all’interno delle tegole, producendo poi energia elettrica che sarà usata per l’impianto casalingo o per ricaricare le batterie Powerwall, un altro gioiello firmato Tesla. In questo modo si stanno ponendo basi importanti per puntare tutto sulle case eco-sostenibili.

Tesla e Fotovoltaico: Elon Musk presenta Solar Roof, il tetto solare del futuro

Tesla 2.0: possiamo provare a riassumere in questo modo il nuovo progetto della nota azienda automobilistica che ha presentato a Los Angeles tre nuove idee che andranno a cambiare il settore energia. Si parte con un’auto elettrica, si passa poi alla batteria domestica capiente e infine al tetto solare per alimentare la propria macchina. Il tutto è legato all’obiettivo di tagliare le spese della bolletta diventando così indipendenti. Elon Musk ha così inaugurato la seconda vita dell’azienda con la presentazione della seconda generazione di accumulatori Powerwall e del nuovo “Solar Roof“. Grazie alle scelte compiute fino ad ora Tesla, con la collaborazione di SolarCity, è pronta a diventare a tutti gli effetti un fornitore di eco-soluzioni integrate.

Elon Musk annuncia l’arrivo del tetto solare Tesla

Ormai Twitter ed Elon Musk sono diventati una cosa sola: il CEO di Tesla ha infatti usato il suo profilo sul noto social network per annunciare gli ultimissimi progetti legati alla nota azienda. Secondo il suo post il 28 ottobre sarà ufficialmente svelato il primo prodotto nato dalla collaborazione tra SolarCity e Tesla: si tratta di un tetto solare che prevede una batteria e un caricatore Tesla integrati. Già nel mese di agosto Musk aveva pubblicamente confermato l’intenzione di andare a realizzare un progetto innovativo lavorando direttamente nel campo dei pannelli fotovoltaici. Al tempo però non rivelò dettagli particolari. Una volta confermata però la fusione che unisce Tesla Motors e SolarCity il CEO dell’azienda automobilistica statunitense sembra essere pronto a esperosi, confermando il grande evento per il 28 ottobre.

Il tetto solare che sa di rivoluzione

Con questo prodotto Tesla vuole completamente cambiare la percezione che la clientela ha della sua azienda: non sarà più solo una società di auto ma diventerà così un fornitore di servizi eco-friendly in modo completo e totale.

tetto solare tesla

tetto solare tesla

Stando a quanto spiegato da Musk nel suo tweet, l’idea parte da un tetto solare che prevede una serie di particolari: per prima cosa il prodotto è rivolto a chi ha bisogno di un tetto completamente nuovo da applicare alla sua abitazione. La seconda particolarità è data dall’integrazione di una batteria per storage locale Tesla Powerwall 2.0. Prevede anche un caricatore Tesla che si pensa possa garantire così una fonte di ricarica utile per una vettura elettrica a costo zero.