Impianto Solare Termodinamico Domestico: Prezzi e Funzionamento

L’impianto solare termodinamico domestico consente di avere acqua calda ed elettricità durante tutto l’anno, tutto il giorno e la notte, qualunque sia il clima all’esterno. Per farlo sfrutta l’energia solare che ricava grazie all’ampio pannello solare termico e alla pompa di calore. A differenza degli altri sistemi che sfruttano l’energia rinnovabile, questo impianto non risente di limitazioni durante l’arco della giornata o quando il clima non è dei migliori, perché utilizza una tecnologia particolare e innovativa. Il motivo per il quale andrebbe scelto come impianto casalingo è che si tratta di un impianto ecologico ed ecosostenibile e che, ricavando energia dal sole, può essere utilizzato in qualsiasi luogo, anche il più impervio da raggiungere con i cavi dell’alta tensione.

Come funziona l’impianto solare termodinamico

L’impianto solare termodinamico funziona in maniera molto semplice sfruttando il secondo principio della termodinamica, o ciclo di Carnot. Dentro al pannello termodinamico, che affiché l’impianto funzioni bene deve essere di dimensioni piuttosto grandi, c’è un liquido refrigerante che gira all’interno. Con il calore, ma in particolar modo con l’azione dei raggi solari, il pannello si riscalda e così anche il liquido all’interno.

Con la differenza di temperatura che si viene così a creare, il refrigerante subisce un passaggio di stato e da liquido diventa gassoso. Questo gas viene aspirato da un compressore che, comprimendolo, fa sì che la temperatura aumenti ulteriormente, come anche la pressione. In queste condizioni il gas raggiunge il condensatore, vale a dire quella serpentina che avvolge il serbatoio dell’acqua. Come conseguenza l’acqua si riscalda e il refrigerante, completato il ciclo, può ritornare al suo stato liquido originale.

I Vantaggi

Come abbiamo già accennato, il primo vantaggio che riscontrerete sarà proprio la diminuzione della spesa elettrica e di gas. La corrente e l’acqua calda non saranno più un problema e, in una certa misura diminuisce anche la spesa di metano per riscaldare le stanze. Inoltre l’impianto non ha le classiche limitazioni dei pannelli solari tradizionali, in quanto funziona anche quando è nuvoloso, se c’è una tempesta o se fuori fa molto freddo. L’unica cosa di cui ha bisogno è una temperatura minima di meno 5 gradi per poter lavorare a pieno regime.

Infine, l’utilizzo dell’impianto solare termodinamico garantisce un impatto decisamente inferiore, se non del tutto assente, sull’ambiente circostante. Sfruttando una risorsa rinnovabile come il sole, questo impianto non danneggia l’ambiente, non richiede operazioni di disboscamento, scavi, istallazione di tralicci, che deturpano il paesaggio e creano scompensi alle zone circostanti e non produce rifiuti da dover smaltire. Un vantaggio enorme per l’ambiente in cui viviamo che, ovviamente, si traduce in un vantaggio per tutti noi.

Tipologie di impianti

Attualmente esistono quattro categorie di impianti termodinamici, ognuno dei quali sfrutta l’energia rinnovabile ed è totalmente ecosostenibile. Il primo è il riflettore Fresnel o a specchi lineari, costituito appunto da file di specchi inclinati sulle quali sono poggiati i tubi dove passa il liquido refrigerante. Ha il vantaggio di essere molto economico, in quanto le materie prime sono davvero poco costose.

Impianto Solare Termodinamico

Impianto Solare Termodinamico

Gli impianti costituiti da collettori parabolici lineari hanno sempre file di specchi, che però seguono un moto rotatorio e hanno un signolo tubo. I dish-stirling, invece, riflettono le radiazioni su un disco centrale all’interno del quale c’è il liquido che va riscaldato. Infine ci sono gli impianti a torre di energia solare, in cui il liquido è contenuto proprio in questa torre posta al centro dell’impianto e sovrastata da un ricevitore sul quale convogliano tutti i raggi solari inviati dagli specchi circostanti.

Prezzo e Costo

Il costo degli impianti solari termodinamici domestici dipende dal tipo scelto e dalla grandezza desiderata. A questi costi, inoltre, vanno aggiunti quelli dell’installazione, in quanto si sconsiglia vivamente il fai da te e, eventualmente, dell’integrazione agli impianti già esistenti. Nonostante si tratti di prezzi molto variabili, si può dire che per una famiglia media è necessario un impianto di 3 kw di potenza che ha un costo di circa 1000-3000 euro solo per quanto riguarda i materiali.

Leave a Reply