Manutenzione Impianto Fotovoltaico: Ecco le Cose da Fare

La manutenzione di un impianto fotovoltaico è molto importante per mantenerlo in perfetta efficienza. Questo tipo di impianti tipicamente non presenta costi di gestione alti e non necessita di manutenzioni particolari giacché non prevede l’utilizzo di parti meccaniche in movimento. Tuttavia è comunque consigliabile prevedere una routine di interventi manutentivi per garantire il funzionamento efficiente del sistema.

La manutenzione dei pannelli

Attraverso i moduli fotovoltaici la luce solare viene catturata per poi essere convertita in energia elettrica. I pannelli solari sono esposti agli agenti atmosferici, pertanto inquinamento, pulviscolo, polveri, terriccio, fogliame, sono tutti elementi che nelle stagioni secche si vanno a depositare formando una patina che li sporca e li fa diventare inefficienti. Provate ad immaginare di lasciare i vostri occhiali da sole alle intemperie, dopo pochi giorni saranno inutilizzabili, a meno che non si puliscano per bene. Ebbene, con i pannelli solari vale lo stesso discorso.

La pioggia può in parte lavare le polveri che si depositano, tuttavia rimane sempre un po’ di patina e le parti più grosse come il fogliame e gli escrementi degli uccelli tendono ad attaccarsi e a non venire via. Questo si traduce con un calo di potenza più o meno significativo, che dipende ovviamente dal grado di sporcizia e di incuria dell’impianto. Può anche succedere che si formino strati di sporcizia che poi con l’umidità generano muschi che si formano alla base degli impianti e possono portare col tempo a delle ossidazioni delle parti metalliche.

La pulizia

Degli interventi di pulizia di tutte le parti dell’impianto fotovoltaico fatte ad intervalli regolari farà in modo che l’impianto funzioni sempre a pieno regime e mantenga integre tutte le sue funzionalità. Per pulire i pannelli bisognerà evitare sostanze chimiche o saponi aggressivi, un’acqua leggermente saponata con uno spazzolone a setole morbide può andare più che bene, si potrà poi fare un risciacquo con acqua pura.

Anche la temperatura di esercizio dell’impianto influisce sulla sua efficienza. Per questo motivo bisognerà tenerne conto all’atto dell’installazione. Ogni traccia di sporco equivale ad una zona d’ombra che si traduce in meno corrente disponibile in uscita. È consigliato pulire l’impianto almeno un paio di volte l’anno. Nelle zone montane bisognerà fare attenzione anche alla robustezza delle strutture e al loro assemblaggio poiché in caso di nevicate il peso della neve potrebbe comportare problemi di staticità strutturale.

Monitoraggio

Per le operazioni di pulizia e manutenzione conviene affidarsi a mani esperte, sarà sufficiente contattare una ditta specializzata in questo tipo di interventi. Il proprietario può per proprio conto fare delle regolari ispezioni per controllare il livello dell’accumulo di sporco attraverso dei controlli visivi e monitorare il corretto funzionamento dell’impianto fotovoltaico attraverso degli strumenti di controllo appositi. È molto importante fare delle letture periodiche del contatore dell’impianto per misurare la produzione di energia e comparare i dati risultanti con quelli forniti dal progettista o con i dati statistici sul sito web della casa produttrice dell’impianto. Generalmente le centraline degli impianti prevedono un check up di corretto funzionamento dei componenti principali a livello hardware.

Manutenzione Impianto Fotovoltaico

Manutenzione Impianto Fotovoltaico

È molto importante rispettare le misure di sicurezza quando si sale sul tetto per i controlli. In caso di parti bagnate vi possono essere seri pericoli di scossa. Le operazioni di pulitura e manutanzione vanno fatte sempre con l’impianto spento. Esistono in commercio anche dei kit di pulitura per il fai da te laddove i pannelli siano agevolmente raggiungibili.

Manutenzioni specifiche

Un buon tecnico potrà effettuare una serie di controlli e di interventi per assicurare il massimo rendimento dell’impianto: il controllo dell’inverter è l’operazione più importante perché è il componente che trasforma la corrente e la porta al voltaggio desiderato. bisognerà passare poi in rassegna i quadri elettrici e i trasformatori.

Le operazioni di pulizia possono recuperare fino al 25 per cento di efficienza dell’impianto, è però indispensabile anche un monitoraggio più ampio da parte di un tecnico specializzato se si dovessero registrare dei cali di performance ingiustificati. Si potrà così ripristinare velocemente l’impianto e nel caso sostituire eventuali componenti difettosi. Sotto questo punto di vista può essere interessante sottoscrivere un contratto di manutenzione con una ditta specializzata che si occupa di tutti i procedimenti necessari a garantire la piena efficienza dell’impianto.

Leave a Reply